Di scale e scalabilità (Accoto 2021)

“Lo scale thinking è un esercizio filosofico e strategico vitale per imprese e manager sempre più alle prese con la progettazione di architetture ed ecosistemi ad alta inflazionarietà. In passato, anche per internet e web, si sono dovute affrontare le sfide della scalabilità inflattiva progettando, ad es., tecnicalità e ingegnerie scalari come proxy server e cache memory. E oggi anche per quanto riguarda le criptoeconomie. Come nel caso del protocollo di rete multihop per pagamenti alla pari Lightning Network (LN). Tecnicamente, un lightning network è un grafo pesato come insieme di nodi decentralizzati e canali di pagamento tra nodi. Protocologicamente, è uno strato di secondo livello evocato proprio per risolvere la questione della scalabilità (o meglio della non-scalabilità) della blockchain dei bitcoin e di altre catene di blocchi e cryptomonete. Immaginato nel 2015 e lanciato 2018, si candida -in forma embrionale ancora oggi- a stratificare le tecnologie monetarie ‘post-bizantine’ per istanziare scalabilmente e in sicurezza granularità, velocità, economicità e anonimità degli scambi (anche con applicazioni ad hoc su LN o Lapps). Il pensare la scala diviene sempre più mindset indispensabile” (Accoto 2021)

Published by

Cosimo Accoto

Connection Science Fellow at MIT | Author "Il Mondo Dato" (Egea) | Philosopher in Residence | Business Innovation Advisor | www.cosimoaccoto.com